Paccheri ai calamaretti

INGREDIENTI per 4 persone

  • 400 Grammi di Paccheri
  • 400 Grammi di calamaretti puliti
  • 1 Decilitro di olio extra vergine di olive
  • 2 Spicchi di aglio
  • 1/2 Bicchiere di vino bianco
  • 300 Grammi di pomodorini rossi maturi
  • Abbondante prezzemolo

Optional

  • Peperoncino piccante

PROCEDIMENTO

Quando ho voglia di preparare questo piatto marinaro mi reco dal pescivendolo di mia fiducia per acquistare i calamaretti freschi e me li faccio pulire bene assicurandomi che tolgono loro anche quella piccola pinna interna trasparente che hanno. Non appena sono pronto in cucina, metto a rosolare in un'ampia padella l'olio extra vergine di olive con 2 spicchi d'aglio ed il peperoncino tritati, tenendo comunque presente che quest'ultimo, se non dovesse essere gradito da qualcuno, può anche essere eliminato. Quando l'aglio incomincia a sfriggere, aggiungo i calamaretti, giro velocemente e aggiungo mezzo bicchiere di vino bianco. Aspetto che questo evapora completamente, completo con i pomodorini tagliati a tocchetti e liberati dai semini, con il prezzemolo ed il sale necessario e continuo a far rosolare la salsa per pochi minuti . A parte su di un altro fornello sistemo una pentola piena di acqua già calda e la faccio bollire, vi verso quindi i paccheri e li faccio cuocere per circa 9 minuti e li scolo poi al dente, conservando un poco della loro acqua di cottura. Li verso nella padella con la salsa, aggiungo altro prezzemolo spezzettato grossolanamente a mano, mischio bene per far amalgamare e il piatto è pronto per essere servito e, lo spero, gustato. Per accompagnare questa pasta con i calamaretti consiglio di scegliere il vino bianco della Penisola Sorrentina Doc che viene prodotto con uve Falanghina e Biancolella principalmente nei comuni di Agerola, Gragnano, Massa Lubrense, Meta, Piano Di Sorrento, Pimonte, Sant'Agnello, Sorrento, Vico Equense. Questo vino ha un colore giallo paglierino, un odore delicato e vinoso ed un sapore asciutto, di giusto corpo, armonico, con una gradazione minima di 11°C., e va naturalmente bevuto ben freddo.

Curiosità

I calamaretti sono dei molluschi cefalopodi dal corpo allungato a forma di cono con l’estremità aguzza, sul dorso in posizione laterale hanno 2 pinne strette che si dipartono da metà del corpo, le teste sporgono dai mantelli con gli occhi in posizione laterale ed attorno alla bocca si trovano 4 paia di braccia ed un paio di tentacoli ricchi di ventose all’estremità. Il colore di questi molluschi è bianco trasparente con puntini rosa violetti e internamente vi è una conchiglia che ha la consistenza di un velo trasparente. Si riproducono durante tutto l’anno e le uova vengono deposte sul fondo e fissate ai substrati sotto forma di ammassi gelatinosi. I calamaretti possono raggiungere circa 300 metri di profondità anche se normalmente vivono più in alto, tra i 20 e i 100 metri e in primavera migrano verso le coste mentre in autunno, quando la riproduzione è più intensa, si trovano lungo tutte le nostre coste. Quando sono freschi i calamaretti si possono mangiare anche crudi e sono particolarmente sfiziosi anche quando si fanno fritti.