Alici alla scapece

Categoria Antipasto

INGREDIENTI per 4 persone

  • 600 Grammi di alici fresche diliscate
  • 1/2 Litro di olio di arachide
  • 100 Grammi di farina bianca
  • 1 Cipolla grande
  • 1 Bicchiere di aceto bianco
  • 1 Bicchiere di acqua
  • 3 Spicchi di aglio
  • 1 Pizzico di pepe
  • Alcune foglie di alloro
  • Origano secco
  • Prezzemolo fresco in abbondanza
  • Sale in quantità sufficiente

PROCEDIMENTO

Acquisto le alici alla Pescheria del Sole a Piano di Sorrento, il mio fornitore di fiducia e me le faccio pulire, liberare della spina dorsale e della testa con un coltello nel senso della lunghezza, facendo però attenzione a lasciarle attaccate da un lato. Quando sono pronto in cucina, le risciacquo più volte delicatamente e le lascio sgocciolare accuratamente, le asciugo poi leggermente e le passo rapidamente nella farina prima di friggerle in una padella di ferro piena di olio di arachide bollente. Faccio attenzione a non farle cuocere troppo altrimenti diventano secche per cui, quando sono pronte le estraggo dall'olio e le passo su di un foglio di carta assorbente o sui tovagliolini di carta, per eliminare ogni eccesso di unto. Dopo averle cosparse con un poco di sale, le sistemo a strati in un recipiente di terracotta o di vetro provvisto di coperchio. A questo punto verso in una piccola casseruola mezzo bicchiere d'acqua, uno abbondante di aceto, uno spicchio d'aglio schiacciato, la cipolla tagliata a fettine sottili, le foglie di alloro, una presa abbondante di origano ed un poco di pepe, e lascio sobbollire lentamente il tutto per circa 10 minuti. Trascorso questo tempo verso la miscela aromatica sulle acciughe avendo cura che ne risultino completamente sommerse. Lascio raffreddare quello che ho preparato a temperatura ambiente, aggiungo delle foglie di prezzemolo per decorare, poi copro il recipiente e lo lascio riposare ancora al fresco per poterle far servire il giorno seguente. A chi decide di mangiare questo saporito piatto marinaro è estremamente complicato consigliare qualcosa da bere, data la presenza dell'aceto. Credo che la cosa migliore da fare sarebbe di provare a bere quello che in quel momento si ha voglia di bere, se poi non va bene è lecito cambiare e alla fine, male che vada, queste alici si possono accompagnare anche solo con l'acqua. In tutti i casi penso di poter consigliare di farle accompagnare da un vino rosato di Tramonti prodotto dall'azienda Apicella o da quella di San Francesco, che è sufficientemente leggero al punto che si riesce ad inserire con garbo se lo si abbina ad un piatto, come queste alici, con il quale è sempre abbastanza difficile indovinare l'abbinamento con il vino giusto.

Curiosità

L'alice è un pesce di mare della famiglia degli Engraulidi, ha il corpo di colore argento e sul dorso presenta sfumature blu e verdi, ha una lunghezza da 10 a 15 centimetri, quindi è un pesce di piccola taglia e fa parte del gruppo dei pesci azzurri, molto comune nel mar Mediterraneo. È presente anche nel Mar Baltico e nell’Atlantico, il suo corpo è agile e affusolato, molto apprezzati sono i bianchi pesciolini appena nati piccoli, chiamati bianchetti. L'alice ha carne ricca di proteine nobili e di ferro, è molto saporita e purtroppo un poco grassa, ed è spesso utilizzata per fritture e ripieni. Come tutto il pesce azzurro contiene acidi grassi della classe omega-3 di particolare significato biologico nel regolarizzare il metabolismo lipidico e nel favorire la fluidità del sangue, inoltre è perfetta per essere conservata sotto sale o sott'olio. L'alice viene pescata principalmente di notte con sorgenti luminose, maggiormente in primavera quando i pesci si spingono lungo la costiera per la riproduzione, allontanandosi dalle acque più profonde dove generalmente vivono in estate. Prima di acquistarle è bene assicurarsi che l'odore non sia sgradevole, l’aspetto deve essere luminoso, il corpo ben rigido e compatto, le squame non devono staccarsi e devono avere un colore rosa-rosso e la carne soda e di un colorito argenteo azzurrognolo. In particolare è importante stare attenti all'occhio delle alici che deve essere vivo e sporgente e non opaco, la pupilla deve essere nera e assolutamente non arrossata.