Frittatina di spaghetti

Categoria Primi piatti di terra

INGREDIENTI per 4 persone

  • 300 Grammi di spaghetti
  • 100 Grammi di formaggio parmigiano
  • 40 Grammi di burro
  • 6 Uova fresche
  • 60 Grammi di salame
  • 100 Grammi di fior di latte
  • Olio extra vergine di olive in quantità sufficiente
  • Abbondante prezzemolo
  • La giusta quantità di sale

Optional

  • Pepe nero

PROCEDIMENTO

Questa frittata si può preparare con vari formati di pasta anche se gli spaghetti sono i più adatti e può servire a volte per consumare alimenti avanzati il giorno precedente, come la stessa pasta, la mozzarella,la provola affumicata, le olive, i capperi, il salame o il prosciutto. In pratica, quando si decide di cucinare questa pietanza, si può dare ampio spazio alla propria fantasia. Quando la preparo uso una padella antiaderente con il diametro di circa 25 centimetri e la frittata deve essere alta circa 1 centimetro e mezzo con una crosticina all'esterno, mentre è importante farla rimanere all'interno morbida e assolutamente non molto cotta. Passo a spiegare la ricetta per cui lesso gli spaghetti, li scolo molto al dente e li conservo in un recipiente. A parte sbatto in una terrina le uova, aggiungo il sale necessario, un pizzico di pepe, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato grossolanamente, il salame ed il fior di latte tagliati a dadini. A questo punto mescolo bene tutti questi ingredienti insieme agli spaghetti e in un'altra padella con il bordo alto faccio riscaldare il burro e l'olio extra vergine di olive e, quando mi accorgo che incominciano a sfriggere, verso il composto preparato in precedenza e lascio cuocere per circa un paio di minuti. Non appena si forma la crosticina giro la frittata dall'altro lato e aspetto che completa la cottura e spengo quando mi accorgo che esternamente l'uovo è del tutto rappreso. Tolgo la frittata dalla padella e, prima di servirla, la faccio asciugare bene sulla carta assorbente, anche se c’è da dire che quando la si prepara con l'olio extra vergine d'olive, regge meglio alle alte temperature, così risulta più asciutta e croccante. Il pepe, che io ho inserito tra gli ingredienti, può essere escluso se qualcuno non dovesse gradirlo. Consiglio di abbinare a questa frittata di spaghetti una birra artigianale fresca prodotta dalla Birreria B1080, ricca di vitamine del gruppo B, di antiossidanti come i polifenoli, di fibre solubili e lieviti che aiutano a mantenere sano l’intestino, dando anche una sferzata di silicio che è un elemento importante per i capelli, le unghie ed i denti. Questa birra possiede un basso contenuto di sodio ed un alto contenuto di magnesio, stimola la diuresi mantenendo in salute anche i reni grazie al luppolo in essa contenuto.

Curiosità

La frittata di spaghetti è un classico della cucina partenopea, spesso presente al tavolo degli antipasti nel nostro ristorante. Nonostante non si tratta di un’importante pietanza a livello internazionale, l'ho inserito nel mio libro perché è un esempio accattivante delle tipiche tradizioni napoletane, messe in campo da gente che ha veramente dovuto inventarsi di tutto per sbarcare il lunario. Nella nostra regione è un piatto che si prepara quasi sempre per recuperare la pasta avanzata il giorno precedente o quando la padrona di casa si accorge di avere in frigorifero delle cose che si devono consumare. Questa frittata si può mangiare sia calda che fredda e per questo sono in tanti quelli che hanno l'abitudine di prepararla in occasione di una scampagnata con la famiglia all'aperto o quando vanno alla spiaggia in estate per trascorrere un'allegra giornata al mare. Accompagnata da una fresca insalata può essere un piatto unico facilmente digeribile in tempi brevi, è gradita quasi sempre da tutti e rappresenta un esempio di come economia e fantasia possono andare d’accordo perché è adatta a tutte le tasche, aspetto da non trascurare in questi delicati periodi. Volendo, oltre che bianca, si può preparare anche rossa, basta aggiungere un poco di salsa di pomodoro nell'impasto.