Rigatoni alle melanzane

INGREDIENTI per 4 persone

  • 400 Grammi di rigatoni
  • 300 Grammi di melanzane
  • 150 Grammi di formaggio pecorino grattugiato
  • 150 Grammi di fior di latte
  • 200 Grammi di carne macinata
  • 3 Decilitri di olio di semi di arachide
  • 150 Grammi di pane raffermo
  • 300 Grammi di pomodori pelati
  • La quantità sufficiente di olio extra vergine di olive
  • Abbondante basilico
  • La giusta quantità di sale

Optional

  • Peperoncino piccante

PROCEDIMENTO

Mischio la carne macinata con il pane raffermo ammorbidito nell’acqua, aggiungo 2 tuorli d’uova e un poco di formaggio pecorino grattugiato e preparo delle polpettine rotonde, le passo poi nel pane grattugiato e le friggo in un tegame con l’olio di arachide bollente, scolandole quando sono quasi cotte. Intanto sistemo sul fuoco a fiamma vivace una pentola piena d’acqua per cuocere i rigatoni e su di un altro fuoco una padella con l’olio extra vergine di olive e l’aglio tritato finemente per preparare la salsa. Non appena l'aglio incomincia ad imbiondire, aggiungo le melanzane a dadini e le polpettine, mescolo un poco e poi completo con i pomodori pelati dopo averli schiacciati. Lascio cuocere per 5 minuti poi metto al minimo la fiamma e, non appena l’acqua incomincia a bollire nella pentola, calo i rigatoni e li lascio cuocere non più di 10 minuti perché quando la pasta è al dente diventa anche più digeribile oltre che più gradevole. Li scolo bene e li aggiungo alla salsa insieme al fior di latte tagliato a dadini, al rimanente pecorino grattugiato, al basilico ed eventualmente al peperoncino, che è comunque facoltativo. A questo punto mescolo ancora circa mezzo minuto tutti gli ingredienti per farli amalgamare bene tra di loro e la pietanza è pronta per essere servita e gustata. In compagnia di questi rigatoni consiglio di bere un vino rosso ben fermo, per cui consiglio tranquillamente un Ragis Rosso Colli di Salerno prodotto da Patrizia Malanga nelle Vigne di Raito, dal colore rosso rubino con riflessi violacei e prodotto con uve Aglianico e Piedirosso. La sua tonalità vivace esprime tutta la sua buona struttura alcolica, al naso si percepisce un gradevole odore di frutta rossa giovane, di ciliegia e in bocca esprime un ottimo equilibrio. È un vino equilibrato, longevo e suadente che è opportuno servire in calici da rosso non molto ampi ad una temperatura di circa 15°. Di colore rosso rubino intenso, vivace Il Ragis ha sentori preponderanti di mirto, macchia mediterranea, marasca, liquirizia e cacao. È vino di carattere ma equilibrato al palato, dove domina la grande struttura dell'Aglianico, che gli conferisce beva, buona capacità d'invecchiamento ed evoluzione aromatica. Oltre che con questi rigatoni, può essere abbinato con successo ad altri primi piatti saporiti ed alle carni della tradizione campana, ai salumi, ai formaggi non molto stagionati ed anche alle zuppe di stagione.

Curiosità

Questa ricetta è più saporita durante la primavera ed in estate perché le melanzane in quei periodi sono raccolte nei terreni all’aria aperta mentre in autunno e, soprattutto in inverno, sono coltivate prevalentemente nelle serre. Le melanzane, prima di usarle, vanno tagliate a fette e lasciate per circa un’ora in un piatto con l’aggiunta di sale per far perdere loro parte del liquido. Sono ortaggi che si seminano a marzo e le piantine vanno innaffiate spesso prima di essere trapiantate ad aprile e maggio. La pianta ha i frutti piuttosto carnosi e dalla forma tonda, oblunga od ovoidale e sono di colore bruno violaceo, rosato o bianco, con superficie liscia o a coste. Esistono tante varietà di melanzane tra le quali una è proprio campana, la melanzana Violetta di Napoli, dalla forma allungata e dal sapore più forte e piccante. Quando si vanno ad acquistare è importante far attenzione che il picciolo sia ancora attaccato, la buccia deve essere liscia e tesa priva di ammaccature, parti nere o ammuffite, e la polpa deve essere ben soda. L'eventuale presenza di una protuberanza alla base della melanzana indica che la polpa è compatta e con pochi semi, ed è un ortaggio che può essere conservato in frigorifero, nel cassetto delle verdure per circa una settimana e si può preparare in svariati modi.