Parmigiana di zucchine

INGREDIENTI per 4 persone

  • 800 Grammi di zucchine
  • 250 Grammi di fior di latte
  • 400 Grammi di pomodori pelati
  • 100 Grammi di formaggio parmigiano grattugiato
  • 2 Spicchi di aglio
  • 200 Grammi di farina
  • La quantià sufficiente di olio extra vergine di olive
  • Abbondante basilico
  • La giusta quantità di sale

Optional

  • Peperoncino piccante

PROCEDIMENTO

Spunto le zucchine e le sbuccio, le taglio a fettine lunghe con uno spessore di circa mezzo centimetro e le sistemo a strati in un grande ciotola aggiungendo un poco di sale che servirà a far loro scaricare buona parte dell'acqua che contengono. Le lascio circa 1 ora, poi le strizzo e le asciugo tra 2 canovacci. Verso quindi in una padella un poco di olio extra vergine di olive, la sistemo sul fuoco e, non appena l’olio incomincia a sfriggere, aggiungo una per volta le fette di zucchine dopo averle passate nella farina e le faccio cuocere fin quando entrambi i lati saranno dorati. Poi in un pentolino verso altro olio extra vergine di olive nel quale faccio soffriggere l'aglio sminuzzato, aggiungo quindi i pomodori pelati che ho prima schiacciato, continuo a far cuocere ancora 5 minuti, aggiungo il basilico e il sale e poi spengo lasciando riposare la salsa. Passo alla fase finale di questa ricetta per cui ungo una pirofila e dispongo nella stessa uno strato di zucchine, sistemandole una al fianco dell'altra, senza sovrapporle. Vi aggiungo sopra un poco di fior di latte tagliato a pezzetti, un poco di formaggio parmigiano grattugiato, qualche fogliolina di basilico e qualche cucchiaio di salsa di pomodori preparata in anticipo. Ripeto più volte l'operazione iniziando sempre con le zucchine e poi continuando con gli stessi ingredienti utilizzati in precedenza. Copro alla fine con un pizzico di peperoncino piccante, che è comunque facoltativo, e con uno strato di salsa di pomodoro sulla quale aggiungo un poco di formaggio grattugiato e di fior di latte. Inforno la parmigiana a 180° per circa 30 minuti e poi, ultimata la cottura, la faccio riposare per circa 10 minuti prima di servirla. In compagnia di questa sfiziosa ricetta consiglio di bere una fresca e buona birra artigianale come la Old Castle, una scura appartenente alla famiglia delle strong dark Ale e prodotta dal birrificio B1080 di Battipaglia. È una birra scura appartenente alla famiglia delle strong dark Ale, ha una gradazione alcolica sostenuta senza essere troppo pervasiva e, grazie al fatto che per la produzione si utilizzano 4 varietà di malti per dare contemporaneamente bevibilità, colore scuro ed una persistenza amarostica al gusto data dalla tostatura dei malti. Dopo il processo di fermentazione primario viene fatta rifermentare nella bottiglia per circa 45 giorni alla fine dei quali ogni bottiglia viene messa in commercio con una grande qualità.

Curiosità

Le zucchine appartengono alla famiglia delle Cucurbitaceae e si producono grazie ad una pianta più o meno annuale con fusto erbaceo flessibile strisciante o rampicante e abbastanza gracile, che produce fiori monosessuati e quelli maschili sono sterili ma importanti e necessari per l'impollinazione di quelli femminili che avviene per l'azione di alcuni insetti o del vento. Ci sono in commercio le zucchine lunghe molto diffuse nei mercati europei, dal frutto cilindrico e colore verde scuro, poi ci sono alcune varietà dalle caratteristiche diverse a seconda delle zone di coltivazione, più chiare, striate, dalla buccia bianca o gialla. Ci sono poi le zucchino nere di Milano a buccia verde molto scura, quelle fiorentine buccia striata e assai scanalate e quelle siciliane di forma piriforme e con la buccia di colore verde pallido. La costiera è un posto molto favorevole alla coltivazione delle zucchine, pianta che riesce a svilupparsi bene in presenza del sole, di un clima mite e di una buona circolazione di aria. Si possono coltivare negli stessi spazi insieme alle cipolle, ai fagioli rampicanti e alla lattuga, il suolo deve essere ben lavorato, profondo e di medio impasto, ben drenato per evitare ristagni d'acqua e per ottenere rendimenti adeguati e frutti di qualità. Se ci si trova di fronte a coltivazioni biologiche è necessario ed importante distribuire sul terreno 4 o 5 quintali di letame maturo per ogni 100 metri quadrati e lo stesso dovrà essere interrato alla profondità media di circa 40 centimetri. Su terreni ben lavorati e ben concimati, se le piante sono sufficientemente distanziate fra di loro, si riescono ad ottenete ottimi ed inimmaginabili risultati. Bisogna poi fare attenzione a cogliere le zucchine quando sono di dimensioni ancora modeste, da 8 a 10 settimane dalla semina, perché quando crescono troppo il frutto presenta semi che non lo rendono più commestibile.