La carota comune è una pianta erbacea biennale originaria delle regioni temperate dell’Europa che cresce spontanea in tutta la penisola con preferenza per le zone più temperate, dotate di sufficiente umidità. Le varietà coltivate hanno radici carnose e ingrossate di forma variabile e di colore bianco, arancio o rosso e sono ricche di coloranti e vitamine. Nel primo anno di vegetazione produce le foglie basali, poi il fusto eretto e ramificato, alto fino a 2 metri ed i fiori, raccolti in ombrelle, sono bianchi o rosei e quello centrale è viola scuro. È un ortaggio molto ricco di caroteni che sono delle sostanze che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A, che è importante per diverse funzioni dell’organismo, particolarmente per quella visiva. Le carote si distinguono secondo il colore e la forma della radice, e le varietà più importanti sono quelle rosse mentre, per quanto riguarda la forma, vengono suddivise in corte, mezzane e lunghe. Altro carattere importante è l’epoca di maturazione in base alla quale le varietà si distinguono in precoci, medie o tardive, e le più diffuse sono quelle comuni di Napoli che sono abbastanza lunghe. Si possono preparare in diversi modi, sia cotte sia crude, e la cottura non pregiudica l’utilità dei caroteni, che sono resistenti al calore. Anche se trasmettono una certa quantità di calorie, le carote sono particolarmente indicate nelle diete dimagranti, sono inoltre utili nell’alimentazione infantile, perché contribuiscono all’assorbimento dei liquidi a livello intestinale. Oltre ad essere consumate allo stato naturale, le carote possono essere utilizzate per alcune salse e per insaporire pietanze, ed anche per preparare minestre, puree, succhi, zuppe, dolci e sformati. Si possono conservare per diverso tempo ad una bassa temperatura in frigorifero, mantenendo praticamente inalterate tutte le proprie caratteristiche organolettiche. Come anticipato, il principio attivo della carota è il carotene, in pratica la Vitamina A. Il Beta Carotene è necessario per la corretta crescita e riparazione dei tessuti corporei, aiuta a mantenere la pelle liscia, morbida e sana e a proteggere le mucose della bocca, del naso, della gola e dei polmoni, riducendo così la suscettibilità alle infezioni, protegge infine contro gli agenti inquinanti. La radice della carota ha la proprietà di attenuare le infiammazioni dello stomaco ed è un grande equilibratore della flora intestinale, stimola la diuresi e depura l’organismo. Inoltre decongestiona, purifica le pelli infiammate e lenisce le scottature, e determina, se assunta intensivamente, un colorito bruno-rossastro della pelle, che può sembrare una splendida abbronzatura.